PROFILI E COMPETENZE

I corsi sviluppati dalla Fondazione ITS Prime sono riferiti a profili professionali definiti a livello nazionale nelle loro macrocompetenze, ma curvati opportunamente secondo le esigenze del tessuto produttivo toscano e dalle richieste specifiche delle aziende che fanno parte della nostra rete di partnership. I profili sono:
TECNICO SUPERIORE PER LA PROGETTAZIONE MECCANICA E LA PRODUZIONE ADDITIVA (CORSO ADDITIVE19)
TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE NEL SETTORE CARTARIO ( CORSO PAPER19 )
TECNICO SUPERIORE PER LA GESTIONE DEI SISTEMI MECCATRONICI INDUSTRIALI (CORSO TECNO19)
TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI (CORSO BYTE19)
Esaminiamo in dettaglio le caratteristiche dei due profili.

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGETTAZIONE MECCANICA E LA PRODUZIONE ADDITIVA (CORSO ADDITIVE19)

Sintesi delle competenze in uscita:

Coniuga diverse tecnologie, dalla meccanica all’optoelettronica all’informatica, che gli consentono di intervenire su tutta la filiera produttiva: dallo studio del progetto, all’utilizzo di software di rappresentazione e simulazione fino alle tecniche per la stampa dei materiali metallici e non.

Conosce le tecniche di progettazione, prototipazione e industrializzazione di prodotti meccanici (CAD, CAD 3D, CAM, FEM, ecc.).

Agisce nelle attività di costruzione, testing e documentazione dei processi produttivi.

Conosce i materiali innovativi e le procedure di lavorazione degli stessi. Riesce a gestire la produzione di componenti meccanici con tecniche multiple della manifattura additiva (AM).

Applica metodiche di collaudo, messa in funzione e prevenzione guasti di macchine per la stampa 3D.

Gestisce i flussi produttivi nella loro programmazione, controllo ed economicità (LEAN).

Ricerca ed applica le normative tecniche e di sicurezza del settore elettrico, elettronico e meccanico.

In azienda, il diplomato si inserisce prevalentemente:

negli uffici tecnici per la progettazione e l’industrializzazione dei processi e dei prodotti

nelle linee di produzione per la programmazione delle macchine e la gestione delle lavorazioni automatiche complesse

nel settore della manutenzione delle macchine e degli impianti industriali

nel settore della programmazione e ottimizzazione lean dei processi produttivi

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE NEL SETTORE CARTARIO (CORSO PAPER19)

Sintesi delle competenze in uscita:

Conosce e controlla il sistema produttivo dell’industria cartaria e i suoi impianti di produzione sia per quanto concerne i prodotti in carta per usi domestici e per l’igiene della persona che quelli utilizzati in ambito packaging.

Interviene nel processo produttivo al fine di garantire il livello di qualità del prodotto finale richiesto dal cliente.

Conosce i principali processi produttivi finalizzati all’ottenimento di fibre naturali vergini e da carta riciclata da utilizzare come materie prime nei processi produttivi cartari.

Conosce gli impianti ausiliari per la produzione della carta (per es.: impianto del vuoto, dell’aria compressa, per il trattamento delle acque, ecc.).

Conosce ed esegue i controlli sia di processo che di prodotto.

Controlla e regola i parametri di processo nelle sue diverse fasi.

È in grado di leggere un disegno tecnico e progettare il packaging dei prodotti.

È in grado di comprendere le attività correlate al sistema di gestione ambientale e di monitorare i consumi energetici.

Conosce la logistica interna dello stabilimento cartario.

Definisce, pianifica ed esegue i controlli sul prodotto finito.

È in grado di utilizzare e applicare strumenti di automazione industriale e di analisi dei dati.

È in grado di effettuare attività di manutenzione, montaggio e collaudo di impianti.

In azienda, il diplomato si inserisce prevalentemente:

nelle linee di produzione per la programmazione delle macchine e la gestione delle lavorazioni automatiche nel settore cartario

nel settore della manutenzione delle macchine e degli impianti per la produzione di carta e cartone

nel settore della programmazione e ottimizzazione lean dei processi produttivi del settore cartario

TECNICO SUPERIORE PER LA GESTIONE DEI SISTEMI MECCATRONICI INDUSTRIALI (CORSO TECNO19)

Sintesi delle competenze in uscita:

Coniuga diverse tecnologie, dalla meccanica all’elettronica all’informatica, che gli consentono di intervenire su tutta la filiera produttiva: dallo studio del progetto, all’utilizzo di software di rappresentazione e simulazione fino alle tecniche per la lavorazione dei materiali.

Conosce le tecniche di progettazione, prototipazione e industrializzazione di prodotti meccanici (CAD, CAD 3D, CAM, FEM, ecc.).

Agisce nelle attività di costruzione, testing e documentazione dei processi produttivi.

Conosce i materiali innovativi e le procedure di lavorazione degli stessi. Riesce a gestire la produzione di componenti meccanici con tecniche di additive manufacturing (AM).

Sviluppa sistemi di automazione industriale (PLC, macchine a controllo numerico CNC, ecc.) e applica metodiche di collaudo, messa in funzione e prevenzione guasti.

Definisce la configurazione dei sistemi robotici industriali, scegliendo la tipologia di End Effector per massimizzare le prestazioni funzionali e realizza la programmazione dei controllori del movimento.

Gestisce i flussi produttivi nella loro programmazione, controllo ed economicità (LEAN).

Ricerca ed applica le normative tecniche e di sicurezza del settore elettrico, elettronico e meccanico.

Interviene in fase di commercializzazione gestendo le esigenze del post vendita e della manutenzione dei sistemi anche mediante tecniche di tipo previsionale (prognostica).

In azienda, il diplomato si inserisce prevalentemente:

negli uffici tecnici per la progettazione e l’industrializzazione dei processi e dei prodotti

nelle linee di produzione per la programmazione delle macchine e la gestione delle lavorazioni automatiche complesse

nel settore della manutenzione delle macchine e degli impianti industriali

nel settore della programmazione e ottimizzazione lean dei processi produttivi

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI (CORSO BYTE19)

Pianifica l’impiego delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e valuta l’impatto

Collabora alla realizzazione del ciclo di vita dei progetti di innovazione legati alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione

Utilizza metodi e processi per lo sviluppo di sistemi e applicazioni

Utilizza linguaggi per la realizzazione di sistemi e applicazioni

Organizza e utilizza informazioni, dati e loro aggregazioni

Elabora interfacce multimediali e multicanale

Rende fruibili informazioni, sistemi e applicazioni differenziando la comunicazione a seconda dei destinatari

Garantisce la sicurezza e l’affidabilità del servizio nel rispetto delle normative di settore

Misura, valuta e migliora il livello di servizio erogato

A queste competenze tecniche specifiche se ne aggiungono altre, di carattere più generale, di tipo linguistico, comunicativo e relazionale, giuridico ed economico, organizzativo e gestionale.