Tecno18 – Tecnico superiore per la gestione dei sistemi meccatronici industriali 

Sede corso: Firenze 

Obiettivi del corso 

Il corso ha lo scopo di formare figure altamente qualificate nelle aree tecnologiche della meccanica, meccatronica e automazione industriale, per lo svolgimento delle attività di gestione del processo produttivo nelle industrie del comparto manifatturiero secondo le tendenze emergenti di Industria 4.0, sviluppato per consentire un loro efficace e rapido inserimento nel mercato del lavoro locale, nazionale e internazionale. 

Profilo professionale

Il “Tecnico Superiore per la gestione dei sistemi meccatronici industriali” ha la capacità di utilizzare materiali innovativi e tecnologie all’avanguardia per migliorare la qualità, la produttività, la flessibilità, e la competitività delle aziende meccaniche e meccatroniche nello sviluppo di prodotti industriali e nella manutenzione di macchine e impianti. 

La figura professionale è in grado di progettare, sviluppare, programmare e gestire sistemi meccatronici per la produzione flessibile (FMS) e sistemi di automazione industriale, individuando la componentistica costitutiva del sistema in relazione alle attività previste, utilizzando le principali tecnologie abilitanti di Industria 4.0. 

Competenze specifiche 

  • Coniuga diverse tecnologie, dalla meccanica all’elettronica all’informatica, che gli consentono di intervenire su tutta la filiera produttiva: dallo studio del progetto, all’utilizzo di software di rappresentazione e simulazione fino alle tecniche per la lavorazione dei materiali. 
  • Conosce le tecniche di progettazione, prototipazione e industrializzazione di prodotti meccanici (CAD, CAD 3D, CAM, FEM, ecc.). 
  • Agisce nelle attività di costruzione, testing e documentazione dei processi produttivi. 
  • Conosce i materiali innovativi e le procedure di lavorazione degli stessi. Riesce a gestire la produzione di componenti meccanici con tecniche di additive manufacturing (AM). 
  • Sviluppa sistemi di automazione industriale (PLC, macchine a controllo numerico CNC, ecc.) e applica metodiche di collaudo, messa in funzione e prevenzione guasti. 
  • Definisce la configurazione dei sistemi robotici industriali, scegliendo la tipologia di End Effector per massimizzare le prestazioni funzionali e realizza la programmazione dei controllori del movimento. 
  • Gestisce i flussi produttivi nella loro programmazione, controllo ed economicità (LEAN). 
  • Ricerca ed applica le normative tecniche e di sicurezza del settore elettrico, elettronico e meccanico. 
  • Interviene in fase di commercializzazione gestendo le esigenze del post vendita e della manutenzione dei sistemi anche mediante tecniche di tipo previsionale (prognostica). 

In azienda, il diplomato si inserisce prevalentemente: 

  • negli uffici tecnici per la progettazione e l’industrializzazione dei processi e dei prodotti 
  • nelle linee di produzione per la programmazione delle macchine e la gestione delle lavorazioni automatiche complesse 
  • nel settore della manutenzione delle macchine e degli impianti industriali 
  • nel settore della programmazione e ottimizzazione lean dei processi produttivi 

Didattica 

Il corso biennale, di circa 2000 ore complessive, si svolge in 4 semestri con un’articolazione didattica integrata che prevede: 

Lezioni in aula e attività di laboratorio (1200 ore) 

Stage, in Italia e all’estero (800 ore). Gli eventuali stage esteri sono realizzati con il programma europeo Erasmus+ 

Il corso è cofinanziato dal POR FSE 2014-2020, ASSE A Occupazione e inserito nell’ambito di Giovanisì (www.giovanisi.it), il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.